Parzialmente nuvoloso
Roma | 9°C | Parzialmente nuvoloso | Umidità: 58% | Vento: 11.27 km/h

Prenota ora!

25-09-2018
26-09-2018

Valuta

Caffè Perù

  • Located just a stone’s throw from Piazza Farnese and Campo de’ Fiori, Caffè Perù is one of the oldest bars in the centre of Rome.

    By day it offers a wide range of pastries, sandwiches and coffee, while during the evening it becomes a cocktail bar, often hosting cultural events such as art exhibitions and readings.

    The bar’s clientele is eclectic, ranging from artists to Hollywood actors, priests to supermodels, while tourists are attracted by the free wi-fi available.

    Also of note is the bar’s lively decor with its bespoke tiles and mosaics made by artists working in the area, notably Giancarlino.

    Mon-Thurs 06.00-02.30, Fri-Sat 06.00-03.00.

     

  •  

 Stampa  Email

Che cos’è la porta Santa

 

La Porta Santa è la porta di una Basilica che viene murata e aperta solo in occasione di un Giubileo. Attraversando la Porta Santa si ottiene l’indulgenza plenaria.

La prima Porta Santa del mondo è contenuta nella Basilica di Collemaggio aL’Aquila. Nel capoluogo abruzzese si tiene ogni anno un Giubileo, laPerdonanza.

A Roma, hanno una Porta Santa anche le basiliche di San Giovanni in Laterano,San Paolo fuori le mura e Santa Maria Maggiore.

Oltre alle quattro basiliche romane, sono luoghi di pellegrinaggio a Roma per ottenere l’indulgenza giubilare anche San Lorenzo fuori le MuraSanta Croce in Gerusalemme e San Sebastiano fuori le Mura, nonché il Santuario del Divino Amore e la chiesa di Santo Spirito in Sassia (“Santuario della Divina Misericordia”).

 

 

 Stampa  Email

Apertura della Porta Santa

Apertura della Porta SantaRoma8 dicembre 2015 – L’evento che dà inizio ufficialmente al Giubileo Straordinario della Misericordia è il rito dell’apertura della Porta Santa alla Basilica di San Pietro.

Il giorno dell’Immacolata Concezione, Papa Francesco aprirà proprio la Porta Santa della Basilica di San Pietro.

La Santa Messa dell’apertura inizierà alle 9.30 in Piazza San Pietro.

Comincerà così il Giubileo Straordinario della Misericordia, anche se Papa Francesco, durante l’Angelus dell’1 novembre, ha annunciato che questo evento tradizionale verrà anticipato da un’apertura di una porta Santa nella Repubblica Centrafricana, il 29 novembre.

 Stampa  Email

Musei Gratis 21/05/2016

Sabato 21 maggio 2016, in occasione della Notte dei Musei, apertura straordinaria serale dalle ore 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso alle 21.30), al prezzo simbolico di € 1,00 euro, salvo le gratuità previste per legge.

Le Prigioni, il Passetto di Borgo e la Stufetta di Clemente VII sono visitabili in occasioni particolari o su richiesta scritta, a discrezione della Direzione

Il mausoleo fu iniziato forse intorno al 130 d.C. e terminato nel 139, un anno dopo la morte dell’imperatore Adriano (117-138 d.C.). Sorgeva sulla riva destra del Tevere ed era accessibile dal Campo Marzio per mezzo di Ponte Elio, l’attuale Ponte Sant’Angelo. E’ formato da un basamento quadrato e da una costruzione circolare (tamburo) che costituisce attualmente la parte inferiore di Castel Sant’Angelo.

Attraverso una galleria che gira intorno al tamburo, si accede ad un corridoio che porta alla camera sepolcrale, situata al centro del mausoleo. L’ambiente è una stanza quadrata, con tre nicchie ai lati, anticamente rivestita di marmo. Qui vi era l’urna con le ceneri di Adriano e successivamente vi furono deposti tutti gli imperatori delle famiglie degli Antonini e dei Severi fino a Caracalla.

Sulla sommità del mausoleo era collocata una quadriga in bronzo con la statua di Adriano. In seguito l’edificio fu incluso in un bastione delle mura Aureliane, forse ad opera dell’imperatore Onorio nel 403 d.C.
Fu trasformato in castello probabilmente nel X secolo.

Sede dal 1925 del Museo Nazionale destinato ad accogliere collezioni di arte e storia nonché cimeli dell’Esercito Italiano in una cornice monumentale restaurata per l’occasione, Castel Sant’Angelo, monumento-simbolo della pratica romana del “riuso”degli edifici dell’antica Roma, svetta con la sua mole imponente sulla sponda destra del Tevere poco lontano dalla basilica di S. Pietro, al termine della infilata prospettica del berniniano Ponte S.Angelo.

Nell'anno 590 d.C. Roma era stremata dalla peste. Fu allora che il neo-eletto Papa Gregorio Magno chiamò l’intero popolo in processione per scongiurare la fine della terribile epidemia. Durante la processione, apparve, sulla sua sommità del sepolcro di Adriano, l'Arcangelo Michele in tutta la sua magnificenza, nell'atto di rinfoderare la sua spada. Tale gesto fu interpretato dal Papa come l'annuncio della fine del flagello della peste, cosa che accadde subito dopo.

L'angelo del castello non è ovviamente l'originale, sono passati quasi 1500 anni ed è andato più volte sostituito. L'attuale è alto circa 5 metri ed ha un'apertura alare di 6 metri.

La leggenda narra inoltre che dove l'angelo "atterrò", lasciò impresse l'impronte dei piedi sul marmo del castello. Che fine ha fatto questa pietra? La troverete ai Musei Capitolini, presso la sala delle Colombe

 Stampa  Email

Info

  • Check-in: dalle ore 13:00 alle 20:00
    Check-out: fino alle ore 10:30 
    Salvo richieste particolari da concordare con la struttura.
  • WiFi zone gratuita in tutta l'intera struttura.
  • Parcheggio privato a pagamento nei pressi della struttura.
  • Nei pressi della nostra struttura ricettiva si possono visitare: Piazza San Pietro, Musei Vaticani, Castel S.Angelo, il Lungotevere ed a pochi passi tutto il Centro storico di Roma e gli innumerevoli monumenti, musei e basiliche della Città di Roma.
  • Servizio Transfert a pagamento da concordare con la struttura